• Facebook
  • Twitter
  • Instagram
Fontana Presidente - Al lavoro! Più Lombardia.

LOMBARDIA - Più bella e sorprendente

CULTURA, CREATIVITÀ, TURISMO: LE NOSTRE RISORSE PIU’ PREZIOSE

Vogliamo che la cultura lombarda innanzitutto che la cultura venga sempre più considerata un asset economico fondamentale per la nostra Regione.

 

Vogliamo promuovere l’immenso patrimonio culturale lombardo, ricco di eccellenze, che è innanzitutto un giacimento di senso di identità per tutti i nostri territori.Basti pensare al Patrimonio UNESCO, che può vantare ben 11 siti nella nostra Regione – caso unico al mondo o al complesso della Villa Reale e del Parco di Monza, grande tesoro ammirato in tutta Europa.

 

La Lombardia è bella. E’ la più semplice delle verità, ma occorre che diventi una consapevolezza diffusa: in Lombardia, in Italia, nel mondo.

Invia i tuoi commenti a Attilio Fontana

 

CULTURA È LAVORO

Vogliamo sostenere l’industria teatrale e quella cinematografica, che stanno peraltro ottenendo in questi anni numerosi riconoscimenti internazionali.

È il patrimonio culturale che generà creatività, ed è la creatività che rende i nostri prodottivincenti nel mondo.

Design e moda sono per la Lombardia elementi trainanti e attrattivi per tutto il mondo.

 

Sono quasi 350mila i lavoratori della filiera della cultura in Lombardia, più del 23% del totale nazionale, che generano oltre 23 miliardi di euro di Pil all’anno. Questo straordinario valore aggiunto deve essere potenziato e premiato, attraverso la promozione dei beni e delle attività culturali – compresa l’editoria - nelle scuole, nelle università, nei centri di aggregazione.

 

CULTURA È TURISMO

Renderemo sempre più visibile, nelle politiche e negli atti di governo, la stretta correlazione tra valorizzazione e tutela del patrimonio culturale e potenziamento dell’attrattività turistica.

 

I siti patrimonio Unesco, gli itinerari religiosi, le splendide città e i borghi lombardi, devono essere conosciuti nel mondo e diventare un vettore per attrarre turisti.

 

Continueremo a sostenere la crescita del turismo si sta affermando sempre di più come una delle principali leve per lo sviluppo e la crescita economica.

 

Dovremo sapere costruire grandi eventi che facciano conoscere le meraviglie della Lombardia, come è stato per l’opera/evento The FloatingPiers, capace di attrarre sul lago d’Iseo pubblico e media da tutto il mondo.

Come è stato per Milano nel 2015, nei prossimi cinque anni la Lombardia dovrà essere the placewhereto be.

 

Vogliamo incrementare la diffusione di strumenti come l’Abbonamento Musei Lombardia, che ha avuto un grandissimo successo di pubblico e che si è dimostrato uno strumento di promozione culturale e turistica alla portata di tutti.

 

Il binomio cultura e turismo in Lombardia incide già per il 47% della spesa turistica, per un totale di 3,8 miliardi di euro.

In questi anni Regione Lombardia ha investito in questo settore oltre 60 milioni di euro, per sostenere la filiera del turismo e dell’attrattività, il sistema dell’accoglienza e dell’informazione turistica, la riqualificazione delle strutture ricettive; la promozione delle destinazioni lombarde, in raccordo con i territori e gli stakeholder; la promozione del territorio attraverso il nuovo brand “inLombardia” e una nuova Destination management Organization (DMO).

Invia i tuoi commenti a Attilio Fontana

 

CON L’AUTONOMIA LA CULTURA CRESCE

Promuoveremo la gestione diretta dei beni culturali regionali, anche di quelli di cui è titolare lo Stato ma che sono nella nostra Regione.

 

Musei, complessi monumentali, biblioteche, aree archeologiche non possono più subire le lentezze e i ritardi causati da una anacronistica gestione accentrata: le soprintendenze devono essere strumenti di valorizzazione del nostro territorio, non obsolete strutture dove la burocrazia detta le regole.

 

Al tavolo della trattativa con il Governo per l’ottenimento di maggiori forme di autonomia porteremo da subito la questione della regionalizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo. Solo la vicinanza ai territori consente l’individuazione delle realtà da incentivare e promuovere e la migliore organizzazione dell’offerta culturale anche nel settore dei teatri.

 

La cultura lombarda va valorizzata su tutti i fronti: la cultura immateriale, basata sulla storia e le tradizioni della nostra Regione, sarà ancora al centro della nostra attenzione.

 

 

 > torna al programma Attilio Fontana Presidente